Quanto tempo dopo un trauma cranico puoi bere alcolici (e perché)?

Risposta esatta: 1 settimana per trauma cranico lieve e astinenza completa per trauma cranico da moderato a grave

L'alcol è una delle bevande più consumate negli incontri e nelle attività sociali. Quando si tratta di consumo di alcol, si dice che la moderazione sia la chiave per uno stile di vita sano, tuttavia, ciò potrebbe non essere vero per le persone che hanno subito un trauma cranico (TBI).

Il trauma cranico e l'alcol hanno legami molto stretti l'uno con l'altro e risalgono a molto tempo fa. Secondo i risultati statistici, circa i due terzi di tutte le persone con trauma cranico hanno abusato di alcol o hanno bevuto rischioso in passato. In effetti, circa la metà delle persone ha subito il trauma mentre erano sotto l'alcol.

Inoltre, bere eccessivo può comportare scarsi risultati di riabilitazione e una probabilità significativamente maggiore di subire un altro trauma cranico in futuro.
Di conseguenza, molti pazienti si astengono permanentemente dal bere, ma la maggior parte di loro riprende il consumo di alcol, che può raggiungere o superare i livelli pre-infortunio nel giro di 1 o 2 anni dopo l'infortunio.

Quanto tempo dopo un trauma cranico puoi bere alcolici?

La lesione cerebrale traumatica può variare da casi lievi, moderati, fino a casi gravi, a seconda della base del livello di coscienza o del punteggio della Glasgow coma scale (GCS) dopo la rianimazione (pannello).

Le lesioni lievi (GCS 13-15) sono generalmente casi di concussione in cui, i pazienti possono aspettarsi un completo recupero neurologico, sebbene molti possano sperimentare difficoltà di concentrazione e ritenzione di memoria per un breve periodo. La sensibilizzazione all'alcol può verificarsi a causa di un lieve trauma cranico. In tali casi, anche una piccola quantità di alcol può intensificare gli effetti della lesione. Inoltre, può farti venire le vertigini, rendendoti suscettibile a un'altra lesione da caduta. Pertanto, sarebbe sensato evitare di bere per almeno una settimana dopo il trauma, osservando attentamente gli effetti dell'alcol e riducendo il consumo fino al completo recupero.

Casi moderati di trauma cerebrale (GCS 9-13) possono lasciare il paziente stupore e lento a reagire. D'altra parte, i pazienti con gravi lesioni cerebrali (GCS 3-8) possono entrare in coma in cui non sono in grado di aprire gli occhi o seguire i comandi. Inoltre, tali lesioni possono causare danni alle funzioni motorie come la perdita di coordinazione ed equilibrio, disturbi sensoriali come la perdita dell'udito e della vista e complicazioni mediche come la spasticità e l'epilessia post-traumatica. In queste situazioni, si consiglia ai pazienti di abbandonare la loro abitudine di bere e di sviluppare uno stile di vita più sano e senza alcol.

In sintesi:

CONSIGLIATO
Quanto tempo dopo Klonopin posso prendere Ambien (e perché)?
Gravità di trauma cranicoPeriodo di astinenza dall'alcol
Caso lieveAlmeno una settimana di astinenza
Casi da moderati a graviAstinenza completa

Perché dovresti astenerti dal bere alcolici dopo un trauma cranico?

Il trauma cranico può rendere il tuo cervello più sensibile all'alcol. Anche un drink o due possono metterti a rischio di esiti negativi sulla salute. Molti sono abbastanza spiritosi da smettere di bere o abbassare i toni di una tacca o due dopo aver subito un trauma cranico.

L'abuso di alcol riduce la velocità di recupero del cervello. Pertanto, l'astensione dal bere è una tregua tanto necessaria che un paziente con trauma cranico può dare al suo cervello, dandogli la possibilità di guarire e riparare il danno.

I pazienti con trauma cranico rischiano di sviluppare crisi epilettiche. Bere può scatenare tali convulsioni, rischiando ai sopravvissuti un'altra lesione cerebrale. Un incidente di trauma cranico può anche aumentare le possibilità di soffrire di un altro trauma cerebrale. L'alcol, che mette a dura prova l'equilibrio e la coordinazione, può far avverare tali probabilità.

Bere aggrava i problemi cognitivi come la mancanza di versatilità nel pensiero e la scarsa memoria, entrambi causati da trauma cranico. Tali disturbi cognitivi causati dall'alcol possono durare da giorni a diverse settimane dopo il consumo. Stare lontano da quel piolo di bevanda può mantenere la tua cognizione affilata come un rasoio.

La depressione è qualcosa che i sopravvissuti al trauma cranico spesso sperimentano entro un anno dall'incidente. Per aggiungere sale alla ferita, l'alcol può solo peggiorare i sintomi di tali episodi di depressione, rendendo gli antidepressivi meno efficaci. Dire di no a quella voglia di bere potrebbe effettivamente renderti più felice di quanto pensi.

Infine, è fondamentale essere consapevoli che bere è sconsigliato con alcuni farmaci da prescrizione, come quelli per il dolore e l'ansia. L'alcol può portare a un'overdose di droga, che può rivelarsi fatale per il sopravvissuto al trauma cranico.

CONSIGLIATO
Quanto tempo dopo lo svezzamento si ferma il latte (e perché)?

Conclusione

Dalla tabella sopra riportata si può dedurre che rinunciare completamente all'alcol può portare a uno stile di vita più sano, evitando i rischi mortali che il bere comporta, soprattutto per i pazienti con trauma cranico.

Riferimenti

1. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0140673600026891
2. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0149763415302359
3. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.5694/j.1326-5377.2003.tb05199.x
4. https://www.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/neu.2015.4071




x
How Long After Protein Shake To Eat Meal